A che serve un giornale nelle parole di Eco

​Ma a che serve oggi un giornale? Oppure: a che serve un sito? Perché la stampa italiana è in crisi e non riesce a trovare una strada nuova? Come dovrebbe essere un’informazione alternativa, quali ingredienti dovrebbe avere e quali sentieri inesplorati dovrebbe esplorare? E che cosa vuole dire fare informazione di sinistra?  Sono domande complicate,…

Il Pd e la “sindrome quattrodicembrista”

Vorrei consigliare i dirigenti del Pd – dal segretario in giù – di smetterla di usare la teoria complottista condita con una bella dose di vittimismo per giustificare ogni brutta cosa. O meglio, vorrei consigliare loro di curare la “sindrome quattrodicembrista” di cui sono vittime perché provoca una dannosa alterazione della realtà, pericolosi giramenti di…

Mozione del Pd sul crollo di Monticchiello

Il caso del crollo delle mura di Monticchiello, denunciato una settimana fa su questo blog, finisce in Consiglio regionale della Toscana. Simone Bezzini, consigliere Pd ed ex presidente della Provincia di Siena, ha presentato una mozione (di cui è primo firmatario) che impegna la giunta ad intervenire per salvare la cinta muraria, coinvolgendo il Ministero…

Qui, nel cuore dell’Europa

    Dopo, non restano parole: il silenzio stringe la gola, in una morsa terribile. Dentro le vene sembra gelato il sangue: respiri, per cercare di riempire il vuoto che è dentro. Risenti quelle parole: voi che vivete sicuri / nelle vostre tiepide case. Le altre che tornano a seguire: vuoti gli occhi e freddo…

Caso Monticchiello, ecco la risposta del Comune di Pienza

Sul caso del crollo delle mura di Monticchiello pubblichiamo la risposta del Comune di Pienza alla nostra denuncia lanciata su questo blog. ………………… In risposta all’articolo uscito sul blog unitagiubberosse.wordprss.com a cura del dott. Pietro Spataro, l’Amministrazione Comunale di Pienza, intende portare a conoscenza di tutti gli interessati l’ordine cronologico dei ripetuti e sinora vani…

È ora di riaprire l’archivio dell’Unità 

​Da quasi cinque mesi l’archivio storico on line dell’Unità non è più consultabile. Nonostante le denunce e le proteste per un black out che danneggia storici, studiosi, studenti, giornalisti e lettori nulla si è mosso. E un patrimonio immenso – fatto di pagine, di articoli e di foto – galleggia nel web non si sa…