Roma, ma che campagna elettorale è quella di Giachetti?

Quando eravamo più giovani e avevamo dieci-quindici anni di meno sulle spalle, molti arguti esponenti dei Ds e della Margherita ci spiegavano, a noi dell’Unità ai tempi della direzione di Furio Colombo, che inseguendo l’antiberlusconismo si sarebbe andati dritti alla disfatta. Non si deve essere contro, spiegavano con aspri toni, ma per. Mi è tornato…

Perché è vietato parlare di Acea?

Dirò una cosa controcorrente e fastidiosa. Con una premessa a scanso di ogni equivoco visti i tempi che corrono: mai e poi mai voterò M5S e quindi mai e poi mai voterei Virginia Raggi a Roma. Detto questo la polemica sull’andamento in borsa di Acea mi pare pretestuosa e surreale. Soprattutto se si considera che…

Cara sinistra, non cadere nella trappola del passato

Discutere del passato è sempre un bell’esercizio, a volte anche appassionante, e sapete quanto personalmente adori le incursioni negli anni che furono. Ma in politica oggi è un esercizio totalmente a perdere. Da qualche giorno è tutto un fiorire di articoli, post, commenti e dichiarazioni sul tema: chi ha ucciso l’Ulivo? Tema intrigante sul quale…

Il Pd non ha capito che cosa succede

Leggi le reazioni all’intervista durissima di D’Alema o a quelle di Bersani e Bassolino e capisci che nel Pd non capiscono quello che sta succedendo fuori dal Palazzo. No, proprio non c’è verso, altro che cambiaverso e lavoltabuona. Il problema non sono D’Alema, Veltroni, Bersani (che pure sono tre ex segretari, mica passanti), il problema…

Sulle primarie non si scherza

Sono un elettore delle primarie del Pd da quando esistono. Non ne ho mai saltata una perché ritenevo (non so se ritengo ancora) che fossero una bella prova di democrazia. Oggi mi viene qualche dubbio che cerco di ruassumere così. 1. Se in diversi gazebo di Napoli avviene che qualcuno paghi agli elettori la quota…

Ma le primarie non dovevano essere apertissime?

Prima di qualsiasi riflessione una premessa: le vittorie di Roberto Giachetti e Valeria Valente a Roma e a Napoli sono chiare e ora sono loro due i candidati del Pd alle rispettive elezioni di giugno. Il primo ha battuto con ampio margine Roberto Morassut, la seconda ce l’ha fatta per il soffio di qualche centinaio…