Il caso di Nola e la miseria della politica

Il caso dell’ospedale di Nola è l’emblema della miseria di certa politica italiana. Di fronte alle immagini dei pazienti assistiti e curati in terra per mancanza di letti il presidente della Regione Campania De Luca se la prende con i medici sospendendo, oltre che il direttore sanitario, anche il responsbile del pronto soccorso e quello di medicina d’urgenza.

Ma il responsabile principale di quello che è accaduto è proprio De Luca, titolare della politica sanitaria. Ci spiega, presidente De Luca, perché all’ospedale di Nola non ci sono post letto sufficienti? Ci spiega perché nessuno, tanto meno lei, ha fatto nulla per risolvere il problema? E ci spiega perché in un ospedale ci si debba contendere le barelle da reparto a reparto?

Quei medici che hanno soccorso i pazienti a terra devono essere ringraziati perché hanno fatto il loro dovere anche non avendo gli strumenti basilari per farlo. Quegli strumenti è la Regione e il governo e il Parlamento a doverli garantire. Al contrario si taglia, si riducono spazi, posti letto, personale, si sfruttano gli specializzandi piuttosto che assumere medici e poi si scarica tutto su quelli che impediscono a mani nude il collasso della sanità pubblica. Questa è la vergogna italiana: una certa politica che non sa fare la politica e che tenta sempre di scaricare le colpe su chi è in prima linea nascondendosi dietro un cesto di parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...