La Costituzione non è  un tweet

La Costituzione è una cosa seria, quando nasce è  fatta per durare nel tempo e per garantire a tutti stessi  diritti e pari dignità. Quella in vigore è stata il frutto di un lunghissimo lavoro, di confronti, scontri e compromessi. Ogni parola è stata soppesata e  ogni ipotesi valutata nel merito. Se le cose stanno così, proprio non capisco quelli (e non sono pochi) che si schierano con il si al referendum costituzionale con questo sorprendente argomento: certo,  la riforma non è  il massimo, certo ci sono parti che non convincono, ma se vince il no è  il caos e quindi voto sì. Oppure in alternativa la conclusione della stessa premessa può  essere: ma comunque è meglio di niente.

Ora che si debba per forza cambiare una Costituzione  con una profonda riforma che non va bene e che in alcune parti è  una mezza schifezza non mi pare nè intelligente e nè lungimirante. Con la Costituzione  non si scherza, se la riforma è  sbilenca si boccia e se ne fa un’altra. Non è  che possiamo pensare che tra qualche mese (come accade con il jobs act o con la legge elettorale) si possa dire: scusate, ci siamo sbagliati e dobbiamo fare una riforma della riforma costituzionale. Siamo seri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...