Unioni civili, scacco al Pd in cinque mosse

Il risultato politico della lunga campagna sulle unioni civile è quanto di più indigeribile si potesse immaginare. Ecco perché in cinque punti.

1. La legge che nasce dopo una partita condotta da Pd in modo confuso è obiettivamente monca. Non lo dico io, ma lo hanno detto fino allo spasimo Renzi, Cirinnà, Boschi & Co. quando pensavano (illudendosi) di avere tutte le carte in mano: mai lo stralcio delle adozioni, nessun compromesso al ribasso, se succede non riconoscerò come mio il disegno di legge (Cirinnà dixit). Quindi: se è vero che è meglio una mezza legge che niente, è altrettanto meglio non gridare al fatto storico, alla grande svolta e alla ennesima e stancante voltabuona. State sereni, per favore. Un po’ di misura non guasterebbe.

2. Aver dato un ruolo politico di primo piano al traballante Angelino Alfano ( il signor virgola qualcosa) non è un grande risultato politico. Anzi, avergli offerto su un piatto d’argento la possibilità di dire di aver fermato una “rivoluzione contro natura” resterà negli annali delle più pasticciate operazioni politiche.

3. Consentire, con il pretesto delle unioni civili, a quel vecchio navigatore di Denis Verdini di votare la fiducia al governo e quindi di entrare di fatto nella maggioranza senza colpo ferire è uno schiaffo alla coerenza e alla natura di centrosinistra del Pd. Trasformismi di serie C.

4. Aver trattato con i guanti bianchi i cosiddetti cattodem è per Renzi la prova provata che il problema non sono i gufi ma certi presunti gufi con le piume rosse. Quelli per intenderci che vengono dalla storia dei comunisti italiani che non solo vanno travestiti a forza da gufi ma anche rinchiusi possibilmente in un museo. Certo, loro non è che facciano molto e bene per non farsi imbalsamare…

5. Una domanda: ma se cambia la maggioranza con l’ingresso di Verdini il Parlamento non ha nulla di cui discutere e il Quirinale nulla di cui occuparsi? Aspettiamo con fiducia, sicuramente anche stavolta mal riposta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...