Anche Locri è Italia che vuole ripartire

La battaglia delle ragazze di Locri in difesa della legalità e contro le intimidazioni mafiose è una battaglia di tutti. Di tutti gli italiani. Per questo credo che sarebbe un segnale forte se il presidente del consiglio Matteo Renzi fosse a Locri il 6 gennaio quando si svolgerà una giornata in difesa dello sport e della democrazia. Quel giorno – come racconta bene l’Avvenire in questo articolo: http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/locri-giornata-sportiva.aspx – ragazzi e ragazze della Calabria e di altre regioni si troveranno in piazza per giocare a calcio, a basket, a volley, per riconquistare quello spazio che la mafia vuole negare. Sarà una giornata di festa e di libertà. Sarà una giornata importante. Quei ragazzi non vanno lasciati soli. Anche questa – oltre alla Ferrari in borsa – è l’Italia che vuole ripartire, che non vuole arrendersi, che vuole combattere, che non vuole piegarsi alla dittatura dei boss.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...